Flag Eng Flag Ita

Studio Legale a Dubai e Abu Dhabi

The Dubai Frame: la cornice più alta del pianeta

03.09.2018


È uno degli edifici più innovativi al mondo. E nel contempo è anche la cornice più alta e larga del pianeta. Il Frame di Dubai è stato inaugurato il 1° gennaio 2018 e già conta di attrarre più di 2 milioni di visitatori all’anno.

Come il nome suggerisce, la costruzione ricorda una gigantesca cornice, alta 150 metri e larga più di 93, dagli esterni placcati in oro e un osservatorio in cima ad offrire una vista mozzafiato sulla metropoli emiratina.

Il Dubai Frame sorge sul rinomato Zabeel Park, in una posizione strategica che si affaccia sia sulla parte vecchia che su quella nuova della città. Il grattacielo è soltanto una delle tante mega-opere in costruzione in vista dell’Expo 2020.

La cornice The Frame è costituita da due torri alte 150 metri connesse in cima da una passerella di 100 metri quadri, dalla cui vetrata centrale è possibile ammirare Dubai nella sua interezza.

Grazie alla posizione strategica in cui si erge l’edificio, è possibile godere della miglior vista sia della vecchia che della nuova Dubai.

La cornice divide infatti la città in maniera quasi simmetrica. A Sud la parte moderna con i grattacieli, le Torri Emirates e il Burj Khalifa. A Nord gli angoli storici e antichi della città, come i quartieri di DeiraUmm Harare e Karama.

La passerella in sospeso tra le due torri rappresenta molto più che un ponte prettamente fisico, ma un ponte simbolico che connette le due anime di Dubai. Oltre all’osservatorio, il ponte ospita vari spazi espositivigallerie d’arte e un bar/ristorante panoramico.

Visitare il Dubai Frame vuol dire intraprendere un viaggio nel tempo da vivere in verticale. Il tour inizia al piano terra, al cui interno è posto un museo dedicato al passato di Dubai e alla sua evoluzione da piccolo villaggio di pescatori a metropoli ultra-moderna.

Due ascensori panoramici conducono alla passerella sospesa a 150 metri di altezza. Dal passato si passa quindi al presente di Dubai. Qui, l’esperienza diventa interattiva perché realtà aumentata ed altre tecnologie consentono di esplorare la storia e i vari aspetti degli edifici che si sta osservando.

Usciti dall’ascensore, si è catapultati nella Dubai di domani, passando per un vortice di luci ed effetti sonori, a simulare il viaggio nel tempo. Nella galleria virtuale è rappresentata la metropoli tra 50 anni, in un insieme di proiezioni interattive, modelli tridimensionali, luci e suoni, a ricreare nuovi progetti, costruzioni, modi di viaggiare, stili di vita e tanto altro.

torna all'inizio della pagina »